Maine Coon

Maine Coon: carattere, educazione e aspetto di questo gatto

Il Maine Coon è il gatto ufficiale del Maine, di aspetto imponente, è in realtà un simpatico giocherellone anche per i bambini più piccoli. Andiamo a scoprirne tutte le sue caratteristiche.
Il gatto Maine Coon, dal nome stesso, è di origini nordamericane, esattamente della fredda regione del Maine. Il termine “coon” in realtà significa procione, perchè la coda di questo gatto ricorda molto quella di un procione. Molti infatti lo chiamano “gatto procione”. Provenendo da una zona dove gli inverni sono abbastanza rigidi, anche il suo aspetto e la conformazione del pelo si sono adattati per proteggere il felino dal freddo e dargli la possibilità di affrontare anche le temperature più rigide.

La sua storia

Sulle origini dei gatti Maine Coon circolano numerose leggende, tanto che è difficile risalire alla sua storia. Secondo alcune teorie sarebbero discesi dai progenitori del Norvegese delle Foreste: intorno allʼanno mille sarebbero sbarcati nel Nord America insieme ai Vichinghi. Alcuni ritengono, in modo abbastanza pittoresco, che siano nati dallʼincrocio tra un orsetto lavatore e una lince. Altri pensano che possano essere il frutto degli accoppiamenti successivi tra i 6 gatti dʼAngora salvati durante la Rivoluzione Francese dalla regina Maria Antonietta.

Ma più probabilmente ancora, il Maine Coon viene dallʼincrocio casuale di varie razze avvenuta a seguito della colonizzazione europea del Nord America. Analogo il mistero sul nome: Coon (procione, in inglese) secondo alcune teorie non deriverebbe dalle sue fattezze, ma da un certo capitan Charles Coon che lʼavrebbe introdotto nel New England a inizio del diciannovesimo secolo. Quanti misteri…  In Italia questa razza arrivò molto tardi, solo nel 1986, ma da allora si è diffusa molto rapidamente nelle nostre case.

Il suo aspetto

Essendo di taglia grande, il Maine Coon non passa di certo inosservato. Il maschio pesa fino a 11 kg, la femmina raramente supera i 7 kg. Le orecchie sono grandi e ben aperte, pelose anche nel lato interno, gli occhi ovali e ben distanziati possono essere di vari colori. Il pelo del gatto è particolarmente folto e lungo (fino a 7 centimetri), questo per mantenere al caldo il corpo del felino. Il suo tipo di pelliccia è anche impermeabile allʼacqua ed essendo più concentrato sulle zampe, sul collo e sulla pancia, permette al gatto di camminare in mezzo alla neve. La stessa funzione è svolta dalle zampe, larghe e ben piantate per terra. La coda lunga viene arrotolata lungo tutto il corpo durante la notte, quasi a fargli da coperta. Il colore del mantello può essere vario, sono ammessi tutti i colori ad eccezione del point, lilac, cinnamon, fawn e chocolate.

Il suo carattere

Il gatto Maine Coon miagola spesso, come se parlasse con il suo padrone. Infatti non ama molto essere messo in disparte, ma desidera la vicinanza delle persone, tanto che non lo troverete mai da solo. Si presta bene a fare da compagnia sia agli anziani che ai bambini. Se vivete in appartamento, si adatta con facilità anche ad altri animali, compresi i cani. Di base ha un carattere affettuoso e docile, non graffia e non è mai aggressivo. Se volete un gatto da compagnia, da coccolare sul divano o per far giocare i bambini, questa è una delle migliori razze. Tuttavia se lasciato girovagare, tira fuori tutta la sua anima da esploratore e predatore. Nonostante la sua mole infatti, è un gatto agile, che riesce a muoversi con facilità in qualsiasi spazio. Chi possiede un gatto, di qualsiasi razza o non di razza, però non dovrebbe farlo girovagare da solo all’aperto. Ed inoltre è consigliabile rivolgersi al veterinario per fargli inoculare il microchip che permette di identificarlo, e di conseguenza registrarlo all’anagrafe.

Cura e alimentazione

Il gatto Maine Coon non necessita in realtà di attenzioni particolari, nonostante il pelo folto. Questʼultimo difatti tende ad essere per natura sempre pulito, lucido, ma soprattutto mai arruffato e senza nodi. L’unica accortezza è quella di fargli dei bagnetti periodici, asciugando bene il pelo che altrimenti tende a rimanere umido.
Il Maine Coon è il gatto domestico più grande e più “da compagnia”, al punto da essere soprannominato “gatto-cane”. E’ anche un tipo di gatto che non disprezza lʼacqua. Davvero un gatto dalle mille sorprese! Anche nel periodo della muta non è necessario spazzolarlo, perchè riesce a eliminare da solo i peli morti. Se ben curato e alimentato in maniera corretta, può sopravvivere anche fino a 15 anni. Non presenta particolari problematiche di salute, ad eccezione della possibilità di sviluppare HCM, la cardiomiopatia ipertrofica.
Il prezzo varia molto: dagli 800 euro per un gatto da compagnia, fino ai 2.100 euro per un gatto da esposizione. In ogni caso, se decidete di acquistarlo da privati fate molto attenzione e cercate invece di preferire sempre l’acquisto presso allevamenti certificati, che possano consegnarvi insieme al cucciolo il suo pedigree riconosciuto dallo stato italiano (dal Ministero MIPAAF) e ceduto con le dovute certificazioni riguardo alla salute.

Copyright © 2018 IL GUARDIANO | Informativa Privacy & Cookie | Webdesigner: Chiara Parodi www.chiaraparodi.it